fbgplus rss icon

Ieri mattina si sono svolti presso la Cattedrale di Pescia i funerali dell’architetto Franco Filippelli, noto professionista della Soprintendenza. La cerimonia è stata officiata dal vescovo monsignor Filippini e la salma è stata tumulata a Lucca.

Filippelli, originario di Pescia, è morto nella notte tra domenica e lunedì all’età di 65 anni a seguito ad una lunga malattia. Già architetto del Comune di Pescia, nominato funzionario alla Sovrintendenza di Firenze e direttore dei musei nazionali di Villa Guinigi e Palazzo Mansi a Lucca, Filippelli è stato tra gli esperti che hanno seguito il restauro delle navi romane ritrovate nel 1998 alla stazione ferroviaria di Pisa San Rossore durante uno scavo.
La messa è stata officiata dal vescovo monsignor Roberto Filippini, da don Valerio Mugnaini e don Oreste Agnesi. La salma è stata poi tumulata nel cimitero di Camigliano, a Lucca.
«A nome di tutta l’amministrazione comunale - scrive in una nota il sindaco di Montecatini Luca Baroncini - siamo ad esprimere alla famiglia, al figlio ed ai parenti, i sensi del più profondo cordoglio per la perdita di un grande architetto».
In molti hanno partecipato al funerale per dare un ultimo saluto a Filippelli e per dimostrare il loro affetto e stima.
«Franco non si è limitato a passarmi il testimone della direzione della Soprintendenza di Lucca e Massa Carrara – dichiara la Soprintendente Angela Acordon – ma, sempre con un sorriso e sempre con ottimismo, mi è rimasto a lungo a fianco, prodigo di consigli, non solo tecnici. E mi ha accompagnata, infondendomi coraggio nel mio non semplice inizio. Sempre con discrezione, senza mai imporre il suo punto di vista e anzi pronto a rivederlo ogni volta che non coincideva con il mio, ma non senza far valere i suoi giudizi e le sue opinioni. Non è stato lui a dirmi che aveva ottenuto il ruolo di direttore dei Musei statali di Lucca e pe questo lo sgridai scherzosamente, manifestandogli però la mia convinzione che avremmo potuto lavorare bene insieme con reciproco vantaggio per i nostri Uffici e per la città. Era per lui – continua la lettera della Soprintendente – una grande occasione per chiudere la sua lunga carriera con un ruolo ancora più importante, che certamente meritava, e per stare più vicino alla sua famiglia, ad Alessandra e al suo bambino, il piccolo Leonardo, vera luce dei suoi occhi. Il destino non gli ha permesso di cimentarsi in questa nuova avventura e a noi di giovarci delle sue capacità anche in questo settore. Se penso a Franco – conclude – mi viene in mente il suo sguardo sorridente: i suoi occhi del colore del mare in una giornata d’inverno, ma con dentro il calore dei raggi del sole in un giorno d’estate».

Redazione

0
0
0
s2sdefault

Le Video News dalla
Valdinievole e da Pistoia

NUMERITRASPORTITEATRICINEMA     LIBRI    

numeriutili

Numeri telefonici e contatti utili della Valdinievole
Emergenze, ospedale di Pescia, guardie mediche, farmacie, polizia municipale.

trasporti
Muoversi/Moving in Valdinievole
A piedi, in bicicletta, con bus, treni o con la tua macchina da e per la Valdinievole: orari e percorsi."
animalismarriti
I teatri della Valdinievole
Gli spettacoli teatrali della Valdinievole.
pubblico
Tutti i film proiettati in Valdinievole
I film presenti nelle sale di zona.
libreria
Una selezione di pubblicazioni che parlano della Valdinievole.
Turismo, storia, artie, politica, sociale ed economia.

Newsletter Gratuita

Iscriviti alla newsletter di Valdinievole.news. Basta inserire la tua email qui sotto.
Email *
First Name *
* Campo obbligatorio

Cerca nel giornale

Meteo Toscana

meteo

Muoversi in Toscana

I mezzi pubblici che puoi utilizzare per spostarti in Toscana.
Regione Toscana

0
0
0
s2sdefault